C’è chi scrive su un diario le storie di una giornata, io le disegno.

Azzurra


 

Born in 1978, she graduates in architecture at the Polytechnic University of Milan and continues her studies in Berlin and Delft. She holds a diploma as a video maker issued by the Civic Schools of Milan.

Her skills range from video production to illustration, from design to performance. She loves to draw with a single line, precise and clear like writing.

 

Nata nel 1978, architetto Brindisino, dopo la laurea in architettura presso il Politecnico di Milano, studia e si perfeziona in Germania e in Olanda.

Spazia dalla produzione video all’illustrazione, dal design agli allestimenti e performance, utilizzando materiali poveri e di recupero di provenienza industriale. Ama disegnare con un tratto deciso e pulito come fosse una scrittura.

Drawings

Close Project

Anilmals

Close Project

www.ilpaesenuovo.it

Illustrazioni per il periodico www.ilpaesenuovo.it

Pagine di cronache, culture e riflessione politica de “il Paese nuovo”, che torna con la sua testata, un domenicale per i nostri lettori online, in rete già dalle 8:00 del mattino. Pagine facilmente consultabili, di semplice ed intuitiva navigazione ricche di contenuti e di approfondimenti.

Close Project

WWW.VISITABRINDISIORA.IT

Illustrazioni per il sito www.visitabrindisiora.it, portale e mappa di Brindisi per la promozione del territorio a cura di MADAERA MEDIA E COMUNICAZIONE

Close Project

A colori

Close Project

Sketches

  • Anilmals

    Anilmals

  • www.ilpaesenuovo.it

    www.ilpaesenuovo.it

  • WWW.VISITABRINDISIORA.IT

    WWW.VISITABRINDISIORA.IT

  • A colori

    A colori

  • Pesci

    Pesci

  • Sketches

    Sketches

Exhibition

Close Project

Questo parco è la mia casa

ph. E.Patera

Close Project

NEST [NIDO]

Azzurra Cecchini NEST (NIDO),
Installazione – performance – residenza
24 settembre -7 ottobre 2012 | MAP – Museo Mediterraneo dell’Arte Presente – Brindisi

Azzurra Cecchini, con l’ideazione di Nest (Nido), ha sviluppato creativamente ed esteticamente la sua residenza d’artista al MAP -Museo Mediterraneo dell’Arte Presente- Brindisi entro lo spazio storico artistico della ex chiesa di San Michele Arcangelo delle Scuole Pie. L’ occasione è stata suggerita e dalle Giornate Europee del Patrimonio 2012 promosse dal MiBAC, sabato 29 e domenica 30 e dalla ottava edizione della Giornata del Contemporaneo (iniziativa ideata da Amaci –Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani– sin dal 2005), che quest’anno si svolge il 6 ottobre.
L’iniziativa, curata da Katiuscia Di Rocco e Massimo Guastella, è stata presentata al pubblico con una performance nella quale l’artista ha disteso longitudinalmente alla navata della chiesa un’opera site specific: su una carta bianca ha sintetizzato con una prolungata cloison nera simboli urbani e ambientali racchiusi nella sagoma di un lungo pesce.
Attorno alla lunga guida l’artista-architetto brindisino propone gli esiti della sua residenza il proprio lavoro eseguito attraverso installazioni e disegni su carta e tela oltre che documentazioni su supporto digitale.
Il luogo diviene il vero protagonista nell’esperienza di riflessione e ricerca avviata da Azzurra Cecchini nei giorni della residenza d’artista. Un ambiente, spesso sottratto in passato all’attenzione comune, che oggi assiste al piacevole “incontro-scontro” tra l’antico ed il contemporaneo. Un silenzio, durante l’esposizione, interrotto dal rintocco di molteplici sveglie disposte dall’artista per essere metafora del tempo. Una entità che smuove ogni cosa e scorre all’infinito.
Le creazioni, che siano disegni o installazioni, sono “pensate, intrecciate e disegnate” in un susseguirsi di simboli e significati quasi enigmatici. L’elemento ricorrente, al quale si è ispirata, è il pesce e la sua forma schematizzata.
Una prima lettura è rintracciabile nel significato della parola da ricollegare al Cristianesimo. Infatti l’icona del pesce è indicata nel greco antico con la parola ἰχθύς (ichthýs) e le singole lettere danno origine ad un acronimo, vera sintesi della dottrina cristiana: ‘Ιησοῦς Χριστός Θεoῦ Υιός Σωτήρ, (Iesùs CHristòs THeù HYiòs Sotèr), ovvero Gesù Cristo Figlio di Dio Salvatore.  Le prime comunità cristiane per identificare il Cristo e la loro religione, in epoca di persecuzioni, utilizzavano il simbolo del pesce stilizzato ed illustrato congiungendo due archi, sostituendolo al simbolo della croce.
L’artista opera in considerazione di tali avvenimenti. La stessa installazione site specific, che campeggia al centro dell’aula, in acrilico su carta, riconducibile al medesimo segno trae spunto dalla conformazione del pavimento disposto a spina di pesce ( invero una scelta nei lavori di restauri per il Giubileo non molto “ortodossa” e per niente gradevole).
Una ulteriore lettura è fornita dalla stessa Azzurra Cecchini in merito a quel che si racconta sull’Era dei pesci e su ciò che è segnalato dal calendario astrologico.
Dai continui rimandi alle ciminiere si evince, soprattutto, una chiara reazione all’inquinamento; Cecchini, infatti, adotterebbe la forma del pesce per diffondere anche un messaggio di valenza ambientalista.
Ogni singolo lavoro è un gioco di rimandi e proporzioni. Si osservi la fotoriproduzione in scala reale dell’artista seduta con una borsa ed un pesce, collocata nella nicchia d’altare e ideata in una sorta di gioco di sapore infantile. L’intento è quello di realizzare un rebus che includa elementi legati alle tele ovali settecentesche che i padri scolopi fecero porre ai lati dell’altare e raffiguranti la Lotta di Giacobbe con un Angelo e Tobiolo e l’angelo.
Di notevole interesse sono i segni grafici impressi su tela e su carta nei cosiddetti “libri muti”. La linea esile ed affinata, in una traccia semplicemente ammiccata ma ingegnosamente pensata, prende vita e dinamismo nella sequenza di pagine riprodotte in video.
Lo spazio rimane aperto al pubblico sino a domenica 7 ottobre 2012.

Daniela Rucco

 

Close Project

No al Carbone

Close Project

Filo Conduttore

Close Project

Rassegna di terra e d’arte

19/24 settembre 2009, Campi Salentina (LE), rassegna di artisti pugliesi
sulla reinterpretazione e rielaborazione dei materiali. Illustrazioni e intrecci di cavi.

Close Project

Recession Design

An event-provocation on the theme of “DIY DESIGN” that ironically (but not too much) presents a way of “designing” that goes beyond current trends and returns the object’s essential form and function to the forefront. Recession Design is a collection of objects created using everyday DIY products that are processed and assembled using common utensils and accessories. Featuring a design that is clean but not banal, essential but not meager, the objects show how a good project can result in high-level design, even with the use of readily available materials and utensils.

Close Project

Personale c/o manifatture KNOS

Dopo un’ iniziale fase di assestamento comincia a profilarsi con chiarezza la vocazione di spazio dedicato alla sperimentazione creativa delle Manifatture Knos. Conferma questa tendenza, la mostra di Azzurra Cecchini, architetto formatosi tra Milano, Berlino e Rotterdam. Linee, bulloni, fogli e mammuth è il titolo del lavoro site specific, realizzato con il coinvolgimento dei creativi dello spazio leccese. Una sequenza di disegni su fogli bianchi, racchiusi in essenziali box di legno chiaro, dà avvio a un gioco di rimandi, di forme che invitano ad abitare lo spazio, in un continuo rimbalzarsi tra ansia di libertà e semplicità del paesaggio proposto sul pavimento. In questo desiderio di emancipazione, di liberazione del segno che, da premessa progettuale diviene campo d’ azione, sta la chiave di lettura dell’ assemblaggio di materiali ferrosi, riciclati e portati a nuova vita. Emerge la narrazione di uno spazio fantastico che si stacca dalla sua essenza costruttiva per divenire pura forma. Una riflessione privata che si trasforma in lavoro aperto, pubblico. L’ esperienza collettiva ha origine nel suo farsi, forzata dall’ indicazione della progettista a seguire un disegno, a divenire mappatura immaginaria, «un gioco totalmente astratto che ha tutto il fascino delle cose inutili». Riprendendo queste parole di Totò, indicate sul riuscito catalogo della mostra, vengono alla mente le Macchine Inutili di Bruno Munari, dove una pittura in fuga dalla tela e dalla parete diviene segno smanioso di entrare nello spazio vivibile, di respirare la vita in una sorprendente molteplicità di combinazioni formali. Del resto, l’ animo giocoso ed entusiasta, la pulizia ed il rigore esecutivo di Munari aleggiano tra le volute industriali del Knos che gli hanno dedicato anche lo spazio/ludoteca con una fornita biblioteca dei libri realizzati dall’ artista per i più piccini. Di questa assonanza linguistica si nutre il lavoro di Cecchini con le sue spirali, fatte di concrezioni di bulloni o parti meccaniche recuperate che lasciano un senso di incompiuta affermazione. (Marco Petroni) LA REPUBBLICA

Close Project

Art Woman 09

Azzurra Cecchini, ovvero quando la creatività corre su un filo. Qualunque filo, da quello che si srotola dalla punta della sua penna in un segno nitido ed essenziale a raccontare storie minime, al filo elettrico di recupero, che per cromatismo e duttilità le suggerisce la creazione di oggetti di arredamento. E sono ciotole, abat-jour, tappeti realizzati con un grosso crochet, secondo una antica tradizione femminile; persino la sedia di Breuer ripescata in una discarica si rifà il look, e dal serio abito in pelle nera passa ad un più frivolo mix di colori, nell’intreccio del filo: un tocco insolito e gioioso negli interni. Ad Azzurra la leggerezza è connaturata.  (Marina Pizzarelli)

  • Questo parco è la mia casa

    Questo parco è la mia casa

  • NEST [NIDO]

    NEST [NIDO]

  • No al Carbone

    No al Carbone

  • Filo Conduttore

    Filo Conduttore

  • Rassegna di terra e d’arte

    Rassegna di terra e d’arte

  • Recession Design

    Recession Design

  • Personale c/o manifatture KNOS

    Personale c/o manifatture KNOS

  • Art Woman 09

    Art Woman 09

Video

Close Project

BRIEFMARKEN WEINE

Video for BRIEFMARKENWEINE.de Wein Bar Restaurant
Karl Marx Allee 99, Berlin

brand identity
illustration Azzurra Cecchini
graphic Kaius.it

Close Project

CAR-FREE DETROIT

 

A utopian vision for car-free Detroit
Idea and concept: Heather T. Clark, Svea Heinemann
Drawings and video: Azzurra Cecchini

Close Project

L’era dei pesci….

Video made ​​for divulgation of a project about-sea and garbage –
Is a fantasy reports about plastic ducks transported around the world by ocean currents.

contronda.it
epops.it

Close Project

Orizzonte Film Festival

Video Introduttivo per Orizzonte film festival

Close Project

Libro Muto

Close Project

Lua Padùli

Una piccola animazione con illustrazioni di Azzurra Cecchini, vuole essere un promemoria per tutti coloro che hanno partecipato al Laboratorio Urbano Aperto, tenutosi ai Paduli dal 27 luglio al 3 agosto 2008.

Close Project

Hallo Trullo

  • BRIEFMARKEN WEINE

    BRIEFMARKEN WEINE

  • CAR-FREE DETROIT

    CAR-FREE DETROIT

  • L’era dei pesci….

    L’era dei pesci….

  • Orizzonte Film Festival

    Orizzonte Film Festival

  • Libro Muto

    Libro Muto

  • Lua Padùli

    Lua Padùli

  • Hallo Trullo

    Hallo Trullo

Architecture

Close Project

Fico d’India

  • Fico d’India

    Fico d’India

  • Renew

    Renew

Resume


Mostre personali e collettive

2014 ///////////////////////////////////////////////////////////////////

Variable|(Berlino)

La casa in calce e canapa|Fabbrica del Vapore(Milano)

in love with line|Frida (Milano)

La casa in calce e canapa|Spazio Prospettica(Casarano)

2013 ///////////////////////////////////////////////////////////////////

with landscape choreography |parco Archelogico delle mura Greche (Taranto)

DONNA ARTE-FESTIVAL DELLA CREATIVITA’ FEMMINILE|(Brindisi)

I LOVE YOU WITH ALL MY EARTH [installazione-performance] |ThinkGreen Eco-Festival 2013 (Roma)

I LOVE YOU WITH ALL MY EARTH |Trentaformiche (Roma)

2012 ///////////////////////////////////////////////////////////////////

UMANA NATURA a cura di Anna Cirignola e Adriana Polveroni|PARCO TORCITO Cannole  (Lecce)

MUSTinTIME  a cura di Monica Righi e Andrea Novembre|MUST museo storico  (Lecce)

Nest (Nido) [installazione-performance-residenza spontanea]a cura di Massimo Guastella/Katiuscia Di Rocco
MAP Museo Mediterraneo dell’arte Presente (Brindisi)

Muro come un pesce a cura di Alice Lotti/Laura fanelli| Largo Pié di Castello (Termoli)

Autoritratti. Artisti del terzo millennio a cura di Massimo Guastella| Palazzo Albergo Ferrovia (Ceglie Messapica)

2011 ///////////////////////////////////////////////////////////////////

Autoritratti. Artisti del terzo millennio a cura di Massimo Guastella |Terza Fiera dell’Innovazione (Galatina)

MFF mediterraneo foto festival a cura di a cura di Associazione Obiettivo Primo Piano in collaborazione con A&C Group (Lecce)

2010 ///////////////////////////////////////////////////////////////////

Senso Plurimo a cura di Marinilde Giannandrea|Cantieri teatrali Koreja, (Lecce)

PF10 a cura di ESALTAMENTE|Red 03 art gallery (Barcellona)


2009 
///////////////////////////////////////////////////////////////////

Cappotto d’artista a cura di ESALTAMENTE|Laboratorio artistico di Antonio Mazzotta (Lecce)
Fabrica Fluxus (Bari)

Recession Design, Interactive presentatio for Mak design Night Vienna design Week|MAK, Vienna

Di terra e di arte. Rassegna di artisti pugliesi|Campi Salentina Lecce

Tournèe, artigianato nomade|a cura di ESALTAMENTE|mostra itinerante in ville private, Salento

e0109|galleria Co.61, Grottaglie (TA)

Recession design|Presso studio Pop Solid|eventi del fuori salone di Milano’09 (Milano)

AW 09, Creatività nomade. Aspetti del design femminile contemporaneo|a cura di Marina Pizzarelli
Castello Carlo V (Lecce)

2008 ///////////////////////////////////////////////////////////////////

Di faccia e di profilo. Racconti di un territorio, Festa del cinema del reale|Castello di Specchia (Lecce)

Il materiale e l’immaginario.Percorsi di design, cultura e percezione del progetto|ex Convento Teatini (Lecce)

Linee, bulloni, fogli e mammuth|a cura di Murizio Buttazzo|Manifatture Knos (Lecce)

2007 ///////////////////////////////////////////////////////////////////

Fight for beauty|eventi collaterali d’arte della Biennale di Venezia|a cura di Marco Maiocchi|(Venezia)

Pubblicazioni

Il centro del discorso
premio di drammaturgia contemporanea seconda edizione,
Lupo editore

L’Istrione
scritture, visioni e azioni, dentro e intorno al teatro 2010

Senso Plurimo
catalogo della rassegna di arti visive Senso Plurimo 2010

Art & Craft
rivista di settore CMD, estate 2009

Recessin Design
catalogo della Mmostra recession design, a cura di POP SOLID

AW 09
catalogo della mostra AW 09 a cura di Marina Pizzarelli

Il centro del discorso
agenda del centro del discorso, a cura di Induma Teatro, Lupo editore

Linee bulloni fogli e mammuth
catalogo della mostra a cura di Maurizio Buttazzo, Big Sur edizioni
Libri Muti

C’è chi scrive su un diario le storie di una giornata, io le disegno. Non sempre però, solo a volte. Un amico anni fa mi ha regalato un libro con le pagine bianche, per non perdere i fogli che spargevo ovunque e tenerli in ordine di tempo.

Due anni fa dalla storia di quel diario ne ho disegnati dieci, per Linee bulloni foglie e Mammuth, la mia prima mostra presso le manifatture Knos. Dieci diari rilegati e disegnati a mano. Un esercizio di penna praticamente alla fine ne avevo quasi la nausea. E’ come scrivere cento volte la stessa cosa, sempre in modo diverso, facendo sempre più sintesi e alla fine ci si distacca dalle cose e le storie diventano quasi impersonali, come fossero quelle di un’altra persona.

Cinque libri sono stati fotografati, ma solo uno è stato montato e pubblicato in un video, con la collaborazione di BigSur, si chiama libro muto 5: era il numero 5 dei diari, e mi piaceva il collegamento con il profumo… fate un po’ voi…

Gli altri 4 sono rimasti delle cartelle sul mio computer, ritirarli fuori è come tirare fuori delle vecchie foto da un cassetto.

Follow me

Contact


italian mobile (+39) 329 9817289
german mobile (+49) (0) 152 10141739
email azzurracecchini@hotmail.com




Your Name (required)

Your Email (required)

Subject

Your Message

Security Check
captcha

Wp Plugin by capn3m0